Frode con il Pellet. Sequestrate 36 tonnellate di pellet con Marchio ENplus® contraffatto.

Woodtech Italia informa che la Guardia di Finanza di Follonica, in collaborazione con altri reparti delle Fiamme Gialle della Procura di Civitavecchia, ha scoperto una frode del valore approssimativo di 2 milioni di euro di pellet contraffatto.

Al centro dell’indagine l’uso improprio del marchio ENplus®.

La guardia di Finanza grazie alla “filiera” di produzione del Pellet ha scoperto che la società produttrice estera, usurpando il marchio registrato EnPlus®, ha illecitamente esportato in Italia il pellet immettendolo sul mercato italiano nazionale frodando di conseguenza la buona fede del consumatore finale.

Per maggiori dettagli sull’operazione cliccare qui

Woodtech Italia ricorda di controllare sempre che il pellet acquistato sia provvisto di Certificazione ENplus®, con logo e numero di certificazione. Il logo sprovvisto di numero di certificazione indica pellet non certificato e quindi non sicuro per la salute di chi respira nelle vicinanze.

 

IL PELLET DI QUALITÀ per sottostare a tutti i controlli che  garantiscono benessere e salute non può avere prezzi inferiori a quelli che espongono i  rivenditori abituali, altrimenti si tratta di legno di dubbia provenienza che, senza alcun controllo, finisce nelle case di ignari consumatori.

Ringraziamo la Guardia di Finanza e  AIEL (Associazione Italiana Energie Agroforestali) sempre attenti per contrastare le frodi legate all’uso improprio del marchio ENplus®.

La Dirigenza di Woodtech Italia